Il frutto d’oro: alla scoperta della varietà kiwi Jintao

La varietà Jintao (all’interno dell’ampia gamma del consorzio KiwiGold) è nota anche come Actinidia Chinensis, è una speciale varietà di kiwi selezionata dall’Università di Udine, che esclude l’utilizzo di OGM. Il nome commerciale della cultivar è Jintao, letteralmente: frutto d’oro. Quali sono le caratteristiche della pianta e del frutto?

Pianta:

  • Vigoria: inferiore ad Hayward, internodi ravvicinati
  • Germogliamento: anticipato di qualche giorno rispetto ad Hayward
  • Apertura delle gemme: 80-90%
  • Epoca di fioritura: anticipata di una settimana rispetto ad Hayward
  • Epoca di raccolta: medio precoce (10-20 ottobre in Emilia-Romagna)
  • Fabbisogno in freddo: ridotto (350-450 ore circa), perciò indicata anche per coltivazione al Sud

Frutto:

  • Colore della polpa: giallo
  • Aspetto esteriore: forma cilindrica regolare, epidermide color nocciola, glabro. Non dà frutti doppi o schiacciati
  • Calibro medio: 90 g (range dei calibri da 70 a 130 g circa)
  • Caratteristiche organolettiche: l’elevato grado zuccherino e l’acidità equilibrata (-25% rispetto al verde) gli conferiscono un gusto dolce ed aromatico
  • Proprietà nutraceutiche: elevato contenuto di Vitamina C (+145% rispetto al kiwi verde), polifenoli (+80%) e potassio
  • Conservabilità: grazie anche alla notevole consistenza dell’epidermide, si conserva per oltre 6 mesi in frigorifero

img-20161013-wa0015 img-20161013-wa0011

Come ha spiegato a Terra e Vita Guglielmo Costa, ordinario di Arboricoltura generale e coltivazioni arboree presso la facoltà di Agraria dell’Università di Bologna, fino a poco tempo fa l’attenzione al miglioramento genetico dell’actinidia non era un tema molto sentito, essendoci una situazione quasi monovarietale, che persiste per molti versi ancora oggi con la cultivar Hayward che detiene una quota a livello mondiale di oltre il 90%.  Per fare un serio miglioramento genetico occorrono superfici, serre e contatti con i cinesi, perché il kiwi è originario della Cina. Nel caso di Jintao, ad esempio, tutto nasce da un programma che ha visto coinvolti l’Istituto di coltivazioni arboree dell’Università di Udine e l’Istituto di botanica di Wuhan, in Cina.

Qui di seguito alcuni esempi di impianti per Kiwi realizzati da Spinazzè. Per ulteriori informazioni su questa e altre varietà visita kiwigold.

img-20161013-wa0006 img-20161013-wa0003 img-20161013-wa0000