Annata 2016, variazioni di temperatura e cascola anomala delle pere

La stagione 2016 ha esordito con non poche difficoltà per il mondo della frutticoltura. Sbalzi termici, eccessiva umidità e in alcuni casi grandinate devastanti hanno creato non pochi problemi alle aziende frutticole. Spinazzè segue con attenzione chi lavora sul campo e cerca di comprendere meglio questi problemi per proporre poi le migliori soluzioni.

Proprio a questo proposito, qualche giorno fa siamo stati in provincia di Ferrara presso l’Istituto Navarra, importante centro di formazione e sperimentazione sulle tecniche agronomiche e il mondo della frutticoltura, per una giornata tecnica dedicata a un’analisi della situazione attuale in Emilia Romagna.

Fra i temi più interessanti discussi dai relatori c’è quello che riguarda l’analisi dell’andamento delle temperature e della luminosità delle giornate negli ultimi anni. Si parla di un’area di studio molto ristretta (i terreni con frutteti dimostrativi che circondano l’Istituto Navarra) e di un arco temporale limitato agli ultimi sei anni. Sono emersi tuttavia alcuni dati particolarmente interessanti che riguardano la relazione tra la cascola prematura delle pere con le variazioni climatiche che si verificano nelle settimane successive alla piena fioritura.

IMG_6468_web

Il grafico qui sopra (riferito a un pereto dell’Istituto Navarra) mostra la variazione della radiazione solare nel periodo di piena fioritura. Come si nota, ad aprile 2016, per ben otto giorni la luminosità è stata inferiore alla media stagionale di 175 W/m2.

IMG_6469_web

Tenendo sotto osservazione i dati che riguardano l’andamento delle temperature nelle settimane successive alla piena fioritura (2014, 2015, 2016) si nota chiaramente che la quarta settimana dopo la fioritura ad aprile 2016 presenta un andamento di temperature nettamente inferiore alla media dei due anni precedenti, con notevoli sbalzi tra il giorno e la notte in almeno due casi.

L’analisi delle fonti di letteratura ha evidenziato come la quarta e la quinta settimana dopo la piena fioritura siano le più critiche ai fini del corretto sviluppo dei frutti. Più studi scientifici citati nel corso della relazione hanno confermato che la cascola anomala si associa a condizioni climatiche avverse nel corso di quel periodo così importante per lo sviluppo del frutto.

Tags:
,