TSW Fair: la Polonia, il più grande meleto d’Europa

Siamo stati alla fiera TSW di Varsavia con i nostri rivenditori ed è stata l’occasione per capire l’andamento della produzione frutticola del Paese.

Il Mercato Polacco

La Polonia è il più grande meleto d’Europa, con una produzione annuale che si aggira attorno alle 4 milioni di tonnellate erappresenta circa l’80% della produzione frutticola annua.

Le varietà prodotte sono le più conosciute: Jonagold, Golden Delicious e Royal Gala soprattutto, ma molte sono anche le autoctone anche se in calo di impianto. Nella zona centrale del Paese, la produzione melifera si adatta in modo particolare al clima temperato e si suddivide in tre diverse categorie: mele da tavola, mele destinate alla produzione di succhi e mele per il mercato estero.
I principali importatori sono Regno Unito e Russia, quest’ultima in particolare, che ogni anno acquista circa un milione di tonnellate di mele dalla Polonia. Negli ultimi anni, grazie soprattutto ai bassi costi di manodopera, è emersa una forte richiesta anche da quelli che sono considerati mercati “emergenti”, per esempio l’Arabia e il sud dell’Asia.

Nel 2018 la raccolta delle mele ha avuto un incremento della produzione di circa il 30%. 4,5 milioni di tons di mele polacche hanno determinato il recond produttivo del paese da qualche anno

Spinazzé è entrata nel mercato polacco circa quindici anni fa tramite una copiosa collaborazione  con gli agronomi locali arrivando ad organizzare, negli anni, una fitta rete di vendita con grossisti e impiantisti che permette oggi ai clienti di avere una realizzazione “chiavi in mano” dei frutteti.  Per la nostra azienda la Polonia è un mercato molto importante e i nostri prodotti più richiesti sono i pali in cemento precompresso e le strutture antigrandine, autentiche e consolidate garanzie per la tutela e la protezione della produzione.

Le previsioni per il 2019

La fiera TSW di inizio gennaio a Varsavia è la più importante manifestazione di settore dell’Est Europa ed – essendo la prima dell’anno – è sempre stata il termometro della situazione economica del Paese, dettandone le linee di mercato e delineando i rumors del mondo impiantistico. Storicamente la nostra azienda ha sempre aderito e partecipato attivamente all’evento e anche quest’anno eravamo presenti con i nostri rivenditori e grossisti per captare le prime previsioni sul 2019.

La parola d’ordine della imminente stagione impiantistica è senza dubbio “rinnovo”. Gran parte dei frutteti polacchi sono estensivi, con varietà che non sono più richieste dai mercati occidentali ed è quindi emersa la necessità di realizzare nuovi impianti, più moderni e con varietà che siano compatibili con le richieste del mercato del “fresco”.

La difficoltà che permane è quella legata sui prezzi pagati al produttore che sono decisamente troppo bassi e limitano fortemente gli investimenti.

I nostri partner sono però ottimisti e fiduciosi e noi siamo naturalmente pronti ad affrontare una nuova stagione e a soddisfare al meglio le loro richieste.