#Giro100: Dalla Calabria alla Puglia

Dalla Sicilia terra di vigneti e vini, il Giro arriva in Calabria. Lungo la costa Tirrenica, la coltivazione del kiwi è la coltura piu presente. Grazie a Sud Impianti di Nicola Auddino ci inoltriamo lungo le estensioni di kiwi verde coltivati con il sistema a tendone realizzato con pali precompressi (puntelli centrali 7×7 e perimetrali 9×9,5).

Ci sono, nell’interno e verso l’arrivo a Terme Luigiane, i primi impianti di copertura antigrandine su kiwi giallo. Le reti sono le foto-selettive di colore giallo per un maggiore irraggiamento e uniformità di luce nelle piante. Un saluto al nostro amico Michele Dileo.

Inizia la settima tappa, a Castrovillari ritornano gli impianti di vigneto, per lo più a palmetta, bassi, tipici del mediterraneo. Le palificazioni sono molto rade e ridotte in contesti di panorami e territorio molto suggestivi. L’azienda Tenute Ferrocinto Location Eventi è l’esempio di bellezza del territorio.

Attraversando la Calabria verso la Puglia molto interessanti sono le produzione frutticole. Il nostro amico Vito Vitelli, agronomo e consulente vivaistico, propone le coltivazioni di mandorlo, Kaki, melograno, agrumi e ci illustra le coltivazioni della zona. Anche in questi casi la copertura antigrandine con reti selettive è indispensabile. Un grazie anche a Michele Dileo, impiantista.

Per l’ottava tappa, ancora in viaggio lungo la costa della Puglia. Gli unici agrumeti della costiera adriatica si trovano proprio sul Gargano, ancora con l’Agronomo Vito Vitelli alla scoperta delle produzioni tipiche della zona. Regione famosa per la sua uva da tavola e i vigneti a tendone un sistema che favorisce una ombreggiatura naturale.