#Giro100: Abruzzo e Umbria

#tappa9 Il giro abbandona i classici “tendoni” pugliesi per arrivare ad una regione a noi cara l’Abruzzo, terra di grandi vini e di forte sviluppo nell’ultimo decennio. Qui Cavuto A&G Angelo Cavuto ha avuto la forza di condividere il nostro prodotto e di renderlo conosciuto in tutta la zona. I vigneti a spalliera, dapprima con pali in cemento e poi in metallo, caratterizzano le colline tra il mare e la Maiella.

#tappa10 Dall’Abruzzo all’Umbria, dal Montepulciano al Sagrantino di Montefalco. Grandi rossi e distese di vigneti a confronto. Qui la viticoltura ha avuto un rinnovamento già a partire dagli anni 80, e l’Umbria è stata per circa quindici anni il nostro mercato principale. Vigneti a spalliera bassa a ridosso delle colline. Foligno, Montefalco, Bevagna, il circuito dei corridori ricalca la più prestigiosa zona vinicola del Centro italia. Fra le novità curiose da segnalare in queste zone ci sono le coltivazioni di bacche di goji, qui si trovano le prime aziende in Italia e, non lontano da Perugia, nella zona di Marsciano la ripresa della coltivazione di frutti di bosco e mirtilli (con tanto di sagra dedicata PAPIANO – Sagra del mirtillo e dei frutti di bosco).